McCormick

Gruppo ARGO

 
 

McCormick 15/30

McCormick 15/30

Inizio produzione Anno 1921

Una storia iniziata in Virginia (Stati Uniti) nel 1809 con la nascita di un uomo: Cyrus Hall McCormick. Pioniere della meccanizzazione agricola, non fu soltanto un inventore, ma fu soprattutto un precursore in settori quali l’ingegneria, la gestione aziendale e la finanza.

McCormick destinò consistenti investimenti alla costruzione di impianti e introdusse innovative regole commerciali, come ad esempio i certificati di garanzia rilasciati con ogni macchina McCormick, la formazione commerciale, l’uso della pubblicità e una forza di vendita direttamente “in fabbrica”.

Ma forse Cyrus è ricordato soprattutto per l'invenzione della prima mietitrice nel 1831.

Alla giovane età di 22 anni, il giovane Cyrus riprese, infatti, in mano i disegni del padre di una mietitrice che non aveva avuto successo. In sole sei settimane, ne modificò il progetto, costruì, collaudò e rimodellò la macchina originale nell'officina di famiglia a Walnut Grove. Alla fine di luglio, la mietitrice venne provata con successo nella fattoria di un vicino a Steeles Tavern. Cyrus apportò numerose modifiche al progetto, prima di brevettare la macchina nel 1834.

La mietitrice rivoluzionò la produttività dei raccolti. Prima della sua creazione, erano necessari 3 uomini per mietere 10 acri al giorno. Con l'innovativa mietitrice, con soli 2 uomini si potevano mietere 30 acri di raccolto al giorno!

Riconoscendo l'enorme potenziale raggiunto, Cyrus presentò rapidamente domanda di brevetto per la sua invenzione, la cui produzione migliorò anche le condizioni di lavoro delle famiglie di agricoltori sull'intero territorio statunitense. L'attività di McCormick fiorì e Cyrus continuò a stupire il mondo agricolo con altre invenzioni, destinate a meccanizzare il lavoro quotidiano. Quando morì nel 1884, Cyrus fece in modo che la propria eredità spirituale continuasse a vivere attraverso la moglie e il fratello, con i quali l'azienda continuò a crescere raggiungendo, nello stesso anno, il record di macchine vendute: più di 54.841 unità.

Nel 1902, la McCormick Co. divenne uno dei soggetti principali nella creazione della International Harvester Company, insieme a Deering, Plano e Milwaukee Harvesting. Ormai McCormick era divenuto un nome ben conosciuto in campo agricolo e il marchio continuava a vivere sotto l'emblema della società appena costituita, l'International Harvester Company.

Oggi ricordiamo con orgoglio che alcuni dei più importanti sviluppi apportati ai trattori a livello internazionale sono riconducibili a questi nomi, che hanno contribuito fortemente a diffondere la grande meccanizzazione agricola in tutti gli Stati Uniti d'America.

L'espansione in Europa portò alla creazione della britannica International Harvester Company, con il nuovo impianto di produzione di Doncaster, in Inghilterra. Nel 1949, dalla linea di produzione di Doncaster uscì il primo trattore, un McCormick Farmall M.

Dopo l'acquisizione dell'International Harvester Company da parte di Tenneco avvenuta nel 1984, venne creato un nuovo marchio - Case IH, e mentre gli stabilimenti McCormick continuavano a produrre trattori con questo nuovo marchio, il nome McCormick fu posto nel dimenticatoio per molti anni.

Nel 1999 Case fu acquistata dalla New Holland, e fu creata una nuova società: la CNH.

L'azienda, sovradimensionata, venne ritenuta responsabile di controllo sleale del mercato in alcuni settori e costretta a cedere alcuni prodotti e attività come azienda avviata.

Il gruppo Argo, società completamente dedicata all'attività agricola e proprietaria di prestigiosi marchi storici come Landini e Laverda, nonché delle società in rapida crescita Pegoraro e Valpadana, colse al volo l'opportunità ed acquistò la struttura produttiva di Doncaster in Inghilterra, assieme ai diritti commerciali, tecnici e di produzione relativi a due linee di prodotti di tutto rispetto: la CX e la MX-c.

Il gruppo acquistò inoltre il marchio McCormick e, successivamente, l'impianto francese di St Dizier, unitamente ai diritti di proprietà intellettuale per lo sviluppo della gamma di trattori MX Maxxum.

Nel 2001, nell’industria agricola venne introdotta una nuova realtà: la McCormick Tractors International Limited, che univa il glorioso marchio McCormick a prodotti agricoli di eccellente tecnologia provenienti da alcune delle più efficienti strutture produttive del mondo improntate alla qualità e all’affidabilità manifatturiera.

Oggi i trattori McCormick continuano a rimanere fedeli ai valori che fecero della McCormick un fuoriclasse per tanti anni.

Il marchio McCormick è, infatti, un vero e proprio classico fra i costruttori di macchine ed attrezzature agricole che ha mantenuto nel tempo lo stretto legame con la qualità, l’abilità di costruzione e il design innovativo.